♥ TAG : LE TRE COSE CHE AMO DELLE STAGIONI FREDDE ♥

Ciao a tutti amici ed amiche,

anche oggi vi dedico un tag che io ho trovato davvero molto carino!

Innanzitutto, ringrazio http://louisemilano.com/ per avermi nominata e le faccio i complimenti per il suo blog molto carino!:)

Le regole del tag sono le seguenti:

  1. Citare il creatore del tag ( ovvero https://leggimiscrivimi.wordpress.com/)
  2. Nominare 5 blogger
  3. Raccontare le 3 cose che vi piacciono delle stagioni fredde, l’autunno o l’inverno o, se preferite, entrambi!Buon divertimento e buona lettura a tutti!:)

    1 ♥ Devo dire che, sicuramente, una delle cose che più preferisco dell’autunno è il suo clima, anche se, ormai, purtroppo non esistono più le mezze stagioni. Nonostante questo, l’autunno rimane la stagione che più preferisco perché l’aria si fa più fresca ed io odio il caldo di Agosto.

    Dell’autunno mi piace davvero tutto, perfino fare il cambio d’abiti nell’armadio!

    Adoro stare sotto le coperte, le castagne, la cioccolata calda, le sciarpe, i cappotti, i cappelli, le calze e perfino ciò che di meno sexy una donna possa indossare: IL PIGIAMA DENTRO I CALZINI!

    2 ♥ Altra cosa che amo della stagione autunnale è il fatto che in televisione iniziano di nuovo le serie, i programmi (ahimè, ammetto senza vergogna di seguire la tv spazzatura come “Uomini e donne” e “ Grande Fratello”, diamine, ho venti anni!) , i film, ecc… Può sembrare stupido, ma per me trovare qualcosa che mi piaccia seguire in televisione è qualcosa di importante perché  mi piace molto guardarla! A casa, infatti, è raro che la televisione sia spenta.

    Foto presa da internet
    Foto presa da internet

    3 ♥ Per quanto riguarda l’inverno, devo dire che non lo amo particolarmente come l’autunno, nonostante ci siano le feste natalizie. Il Natale, non è una festa che amo particolarmente, ma adoro i torroni ( quelli morbidi),  le luci nelle strade e quelle degli alberi di Natale ( e qui mi pare d’obbligo fare i complimenti alle luci meravigliose di Salerno, una città davvero molto bella che, durante il periodo natalizio, diventa spettacolare). Ma se c’è una cosa che amo pazzamente durante il periodo natalizio sono dei dolci tipici della mia zona chiamati “chinole” e “cannaricoli” ( questi ultimi sono una sorta di struffoli, per intenderci): una vera delizia!

    Foto presa da internet
    Foto presa da internet

    Spero che l’articolo sia stato di vostro gradimento.

    Io, come al solito, mi sono divertita a scriverlo.

    Nomino queste 5 blogger e ne approfitto per mandare loro un grande bacio perché sono blogger che, molto carinamente,  s’interessano spesso ai miei articoli:

    https://lellaj1005.wordpress.com/

    http://ilovecapelliricci.wordpress.com/

    http://www.evoichenepensate.com/

    https://cristinadellamore.wordpress.com/

    https://mtartbox.wordpress.com/

Annunci

TAG: ” LA MUSICA DELLA MIA VITA”

Ciao a tutti amici ed amiche,

questa domenica non vi recensisco un prodotto, ma vi dedico un tag che ha come argomento….la musica!

Innanzitutto, ringrazio la bella, dolce e simpatica Alessia di https://ilovecapelliricci.wordpress.com/ per avermi nominata in questo bellissimo tag e, a mia volta, taggo:

LE REGOLE DEL TAG SONO:

  • Citare il blog di partenza e chi vi ha taggati
  • Rispondere a 10 domande
  • Taggare 5 blog e avvisarli

Adesso vi lascio alle domande, buona lettura e buon divertimento! 😀

♥ La sigla preferita del tuo cartone animato?

La mia sigla preferita è quella di ” Rossana”. Un cartone animato che credo abbia fatto sognare tutte le bambine degli anni ’90 con la storia d’amore tra Rossana ed Eric.

rossana sigla

♥ Canzone preferita della tua band?

La canzone preferita della mia band è senza ombra di dubbio ” A chi mi dice” dei Blue, versione tradotta di ” Breathe Easy” e scritta da Tiziano Ferro, uno dei miei cantanti preferiti.

bue gruppo

♥ Colonna sonore dell’estate preferita?

Quale se non “Bailando” di Enrigue Iglesias?!

Enriquebailandocover

♥ Una canzone che ti fa divertire?

Ce ne sono tante, ma, al momento, dico ” Oh eh oh ah ah Ting Tang Walla Walla Bing Bang” ( non so se sia questo il titolo giusto, comunque se non la conoscete ve la consiglio per divertirvi un po’ :D)

ting ting

♥ Una canzone che ti fa riflettere?

Senza ombra di dubbio, ” Ho conosciuto il dolore” di Roberto Vecchioni. Più che una canzone, una vera e propria poesia, un capolavoro tutto italiano, un testo emozionante e molto profondo.

dolore vecchioni

♥ Colonna sonora preferita di un film?

Sicuramente quella del mio film preferito, ovvero ” My heart will go on” di Cèline Dion.

celine dion

♥ La canzone della tua infanzia?

Credo proprio che sia stata ” Asereje” delle Las ketchup!!

Aserejé

♥ La canzone con cui scaricare l’ansia?

Una bella canzone ritmata come, ad esempio, ” El taxi”.

taxi

♥ Canzone da musical o da film preferita?

“El tango de Roxanne” del Mouline Rouge.

roxanne

♥ La tua attuale colonna sonora?

” Prima o poi” di Gigi D’alessio. Una canzone con un bellissimo testo che mi dà grinta e coraggio.

gigi d'alessio

Il tag è giunto al termine! Spero vi sia piaciuto, vi auguro nuovamente una buona domenica, spero che il mio articolo sia stato di vostro gradimento  e non vedo l’ora di leggere quello delle ragazze taggate! 😀

Un bacione, la Jenny :*

SFIDA TRUCCO: TUTTI I PASSAGGI PER CREARE IN 15 MINUTI UN MAKE-UP ISPIRATO A… MILEY CYRUS!!

miley cyrus make up

Ciao a tutte mie care amiche!
Giovane e svampita, bella e dannata, Miley Cyrus è riuscita in pochissimo tempo a trasformarsi dalla dolce Hanna Montana ad una cantante che ama far parlare di sè per le sue stravaganze.
Il make up di Miley è super adatto alla sua indole e, quindi, lo consiglio a giovani ragazze che amano osare.
Premetto che il mio non è un tutorial su come trasformarsi in Miley Cyrus, perchè se così fosse dovrei indossare delle lenti a contatto azzurre e spiaccicarmi un chilo di fondotinta molto più chiaro della mia pelle. Se cercate questi tipi di tutorial, avete sbagliato blog, perchè io ci tengo a mantenere l’unicità di ognuna di noi, a non idolatrare eccessivamente nessuno e a creare dei make up ispirati alle star del momento e non cosplay.

Detto questo, vi lascio al tutorial.
Questo trucco è consigliato soprattutto a chi ha i capelli chiari e gli occhi chiari come la star in questione, per una serata in discoteca o per un’uscita di sera.
Buona lettura e divertitevi con me a creare questo make-up!:)

PRIMO PASSAGGIO- STEP 1:
Miley ha una bellissima pelle, priva di imperfezioni. Quindi, per creare al meglio un make-up ispirato a lei, è importante curare la pelle. Dopo aver lavato il viso con acqua tiepida, stendete un velo di crema idratatante.
Ora, create la vostra base. In caso di brufoletti ed imperfezioni, nascondetele con un correttore. Applicate il fondotinta che più si avvicina al vostro incarnato,stendetelo con un pennello o, se preferite, con le mani, partendo dal centro del viso per poi spostarvi nelle parti piú esterne. A questo punto, applicate sul viso una cipria in polvere, con una spugnetta o con l’apposito pennello.

Io mi son trovata raffreddata e con un mega brufolo sul mento che tento invano di nascondere con pose simil-cucciolose. Perdonatemi, ragazze, perdonatemi... :P
Io mi son trovata raffreddata e con un mega brufolo sul mento che tento invano di nascondere con pose simil-cucciolose. Perdonatemi, ragazze, perdonatemi… 😛

 SECONDO PASSAGGIO- STEP 2:
A questo punto, passiamo agli occhi. Sulla palpebra applichiamo un ombretto beige e,all’estremità, uno marrone. Primo tratto distintivo del make up di Miley sono queste ciglia “super mascarate” ( sì, ho creato un nuovo termine!:P). Applicate, quindi, molto mascara sulle ciglia. Ridefinite le vostre sopracciglia per creare uno sguardo più intenso.

MAKE UP MILEY 3

MAKE UP MILEY 4

MAKE UP MILEY 6

MAKE UP MILEY 7

TERZO PASSAGGIO- STEP 3:
E’ il momento delle labbra.
Unica parola d’ordine: ROSSETTO ROSSO!

MAKE UP MILEY 5

MAKE UP MILEY 9

QUARTO ED ULTIMO PASSAGGIO: STEP 4
Per completare il look, potete indossare degli orecchini e, se avete i capelli lunghi, legarli magari in una traccia a spina di pesce, una coda bassa, alta, insomma, scegliete voi! Mentre se avete dei capelli corti simili a quelli di Miley … bhé, siete già apposto così!

MAKE UP MILEY 12

MAKE UP MILEY 10

Ragazze, questo make-up ispirato a Miley è completato!

SONDAGGIO: A chi volete che mi ispiri per il prossimo tutorial? SCRIVETEMELO NEI COMMENTI!

Un bacione a tutti, La Jenny!:*

RECENSIONE BAGNOSCHIUMA VIDAL ALL’OLIO DI ARGAN + RICHIESTA DI AIUTO PER….

Foto presa da internet
(Foto presa da internet) BAGNOSCHIUMA VIDAL ARGAN OIL

Ciao cari amici ed amiche,

questa domenica voglio recensirvi un bagnoschiuma Vidal.

Il bagnoschiuma in questione è quello all’olio di Argan.

Buona lettura a tutti! :*

RECENSIONE BAGNOSCHIUMA  VIDAL

OLIO DI ARGAN BIOLOGICO

Vi riporto qui di seguito, come al solito,  la descrizione del prodotto riportata su di esso:

L’olio di Argan è conosciuto per la sua ricchezza di sostanze nutrienti e di ingredienti attivi per la pelle, quali vitamine E ed acidi del tipo Omega 3 ed Omega 6. Il bagnoschiuma Vidal, arricchito con Olio di Argan di origine completamente biologica, deterge con delicatezza, mantenendo la pelle nutrita ed idratata, lasciandola setosa e vellutata a lungo ed avvolgendola con una calda fragranza esotica.

COME SI PRESENTA:

Il prodotto ha la tipica consistenza di tutti i bagnoschiuma, il colore è molto simile a quello del miele e l’odore, molto gradevole, rimanda ai luoghi esotici.

QUANTITA’:

500 ml

DURATA:

12 mesi

PROVENIENZA:

Viale Europa, 12 – 26885 Lodi Vecchio (LO)

Made in Italy

INGREDIENTI:

AQUA, SODIUM LAURETH SULFATE, COCAMIDOPROPYL, BETAINE, PARFUM, SODIUM CHLORIDE, ARGANIA SPINOSA KERNEL OIL, POLYQUATERNIUM-7, SORBITOL, PEG-40, HYDROGENATED CASTOR OIL, STYRENE/ACRYLATES COPOLYMER, SODIUM LACTATE, LACTIC ACID, CITRIC ACID, DISODIUM EDTA, DMDM HYDANTOIN, METHYLISOTHIAZOLINONE, BUTYLPHENYL METHYLPROPIONAL, HEXYL CINNAMAL, LINALOOL, CI 15510, CI 19140.

PREZZO:

Si aggira intorno ad 1,30 €

IL MIO COMMENTO PERSONALE:

Amici, vi dichiaro che non sono una grande amante dei bagnoschiuma della Vidal, anche se, in famiglia, non si sa perché e per come sono  quelli più usati ( forse per il prezzo economico?!).

Ho precedentemente utilizzato il bagnoschiuma della Vidal al muschio bianco ( se non ricordo male), ma questo non mi aveva entusiasmato poi così tanto.

Questo all’olio di Argan, invece, lo trovo davvero ottimo ed adatto al mio tipo di pelle.

La mia pelle è mista, prevalentemente secca,  ad esclusione della schiena dove purtroppo ho dei brufoletti e delle cicatrici appunto di questi ultimi ( ED E’ QUI LA MIA RICHIESTA PER VOI, AMICHE ED AMICI MIEI! CON IL MARE QUESTI BRUFOLETTI ALLA SCHIENA SONO UN PO’ SPARITI, MA NON DEL TUTTO, POTETE CONSIGLIARMI UN RIMEDIO A QUESTO PROBLEMINO? GRAZIE IN ANTICIPO A CHI LO FARA’!:*).

Tornando al bagnoschiuma, quindi, lo consiglio a chi soffre di pelle secca ed a chi ha una pelle normale, ma, secondo me, anche chi ha una pelle mista come la mia può utilizzarlo tranquillamente! 🙂

( In caso, mi prendo ogni responsabilità ;P)

Come descritto sul prodotto, il bagnoschiuma lascia la pelle vellutata.

Unico aspetto negativo è l’odore che, ahimè, non è persistente ed è davvero un peccato perché è davvero piacevole!

Il prodotto è dermatologicamente testato e con pH neutro fisiologico.

Ottimo sia per una doccia calda veloce che per un bagno rilassante.

Se siete amanti delle fragranze esotiche, vi consiglio di utilizzare questo bagnoschiuma per un bel bagno caldo e rilassante.

Fino ad adesso, questo è il mio bagnoschiuma preferito!

VOTAZIONE:

Do a questo prodotto 4 stelle su 5.

ED IL VOSTRO, QUAL E’?

RISPONDETEMI NEI COMMENTI E NON DIMENTICATE LA MIA PICCOLA RICHIESTA DI AIUTO! IO VI ASPETTO! 🙂

Un bacio, la Jenny :*

IL PRODOTTO DI QUESTO MESE CHE VI CONSIGLIO DI PIU’ E’…..

Hola splendide amiche ed amici,

ogni mese vi svelerò qual è il prodotto con cui mi sono  trovata meglio e a cui attribuisco 5 stelle su 5.

Il vincitore di Ottobre è…

Lo spray per capelli della Euphytos!

REPAIR EUPHYTOS

Non avrei mai pensato di potermi trovare bene con uno spray per capelli, ma questo della Euphytos mi ha davvero stupito!

Vi lascio alla descrizione del prodotto e poi, come sempre, al mio commento personale!

Buona lettura a tutti! :*

EUPHYTOS REPAIR

DRY HAIR COMPLEX

Spray Bifasico Istantaneo per capelli sfibrati e destrutturati

Recensione

DESCRIZIONE (riportata sul prodotto) :

Spray Bifasico per capelli sfibrati e destrutturati a base di Dry Hair Complex, un complesso fitoterapico dell’ambiente mediterraneo dove le proprietà nutritive di alcune piante e frutti come limone, fieno greco, melone sono arricchite dalle proprietà nutrienti e ristrutturanti dell’estratto di Tiglio, naturale fonte di polisaccaridi. La sua speciale formula istantanea a doppia fase, dona rapido condizionamento al capello secco lasciandolo visibilmente più morbido.

CONSIGLIO D’USO:

Agitare prima dell’uso. Vaporizzare sui capelli lavati e tamponati. Non risciacquare. Ideale prima dell’uso di piastra e ferro.

COME SI PRESENTA:

Il prodotto, contenuto in un contenitore spray trasparente e con scritte verdi, si presenta come uno spray di odore gradevole e persistente.

QUANTITA’:

200 ml

DURATA:

12 mesi

PROVENIENZA:

Professional Hair Product Division

Specchiasol srl – Via E.Fermi, 8

Settimo di Pescatina (VR) – ITALY

INGREDIENTI:

AQUA, CYCLOPENTASILOXANE, PHENYL TRIMETHICONE, CETRIMONIUM CHLORIDE, PEG/PGG 18/18 DIMETHICONE, POLYQUATERNIUM-7, CITRIC ACID. PEG/PGG 15/15 DIMETHICONE, METHYLCHLOROISOTHIAZOLINONE, METHYLISOTHIAZOLINONE, MAGNESIUM NITRATE, MAGNESIUM CHLORIDE. IMIDAZOLIDINYL UREA, TILIA TOMENTOSA BUD ( LINDEN) EXTRACT, PROPYLENE GLYCOL, CYTRUS MEDICA LIMONUM (LEMON), FRUIT EXTRACT, CUCUMIS MELO (MELON), FRUIT EXTRACT, ALOE BARBADENDIS LEAF JUICE, PANTHENOL, BENZOPHENONE-4, HEXYL CINNAMAL, GERANIOL, LIMONENE, INALOOL, PARFUM, CI 42090.

LA MIA ESPERIENZA PERSONALE:

Non sono solita usare spray per capelli, perché di solito me li appesantiscono e, quindi, ho sempre preferito usare soltanto lo shampoo ed il balsamo ( e quest’ultimo non sempre!). Ma questo spray era compreso in una beautybox.  Lo spray ha un odore davvero molto gradevole e, come già scritto, è persistente.

Personalmente, io utilizzo il prodotto dopo aver asciugato un po’ i capelli con il phon.

Spruzzo lo spray sui capelli semi-umidi, li pettino e poi completo l’asciugatura.

Sin dal primo utilizzo, mi sono accorta che i miei capelli erano più morbidi, setosi, meno sfibrati e meno secchi.

Se volete saperne qualcosa in più sull’azienda Euphytos, potete visitare il loro sito http://www.euphytos.com/it/azienda/made-nature.

Al momento, non ho nessun commento negativo da fare a questo prodotto e spero di non ricredermi!

Forse, l’unico contro è il prezzo che è un po’ altino per uno spray, ma li vale tutti, a parer mio!

Inoltre, da quando utilizzo questo prodotto, non ho bisogno neanche di utilizzare il balsamo.

CONSIGLIO QUESTO PRODOTTO?

Ovviamente SI!

Fatemi sapere giù nei commenti se avete provato questo prodotto oppure, se volete provarlo, chiedetemi tutto quello che volete!

Io aspetto i vostri commenti!!

Un bacione, la Jenny :*

SFIDA TRUCCO: Tutti i passaggi per creare in 15 minuti un make-up ispirato ad Ariana Grande!

Ariana-Grande

LOS ANGELES, CA - FEBRUARY 08: Recording Artist Ariana Grande attends The 57th Annual GRAMMY Awards at the STAPLES Center on February 8, 2015 in Los Angeles, California. (Photo by Larry Busacca/Getty Images for NARAS)

Primo passaggio-  step 1 : Create la vostra base con il fondotinta che più si avvicina al vostro incarnato. Stendetelo con un pennello o, se preferite, con le mani, partendo dal centro del viso per poi spostarvi nelle parti piú esterne. A questo punto, applicate sul viso una cipria in polvere, con una spugnetta o con l’apposito pennello. Infine, applichiamo sulle guance un leggero velo di blush color pesca.

Blush color pesca trousse pupa
Blush color pesca trousse pupa

Secondo passaggio: step 2

Applichiamo la matita nera sulla linea interna dell’occhio.

jennifer ariana 2
Matita nera Essence

Tratto distintivo del make-up di Ariana Grande è, sicuramente, l’eye-liner.

Prima di applicare questo, peró, applichiamo un primer sugli occhi.

Sull’angolo interno applichiamo un ombretto dorato, mentre su quello esterno, ne applichiamo uno color arancio scuro. Sfumiamo il tutto.

Ora applichiamo l’eye-liner e, completiamo il make-up sugli occhi con abbondante mascara.

jennifer ariana 3

jennifer ariana 5

 jennifer ariana 6       jennifer ariana 7 jennifer ariana 8

(Qui mi sono accorta di essere l’unica donna a tenere la bocca chiusa quando mette il mascara ihih)

Terzo passaggio:  step 3

  LABBRA: Ariana è solita utilizzare sulle labbra rossetti dai colori neutro, sul pesca o sul marrone. Ma, spesso, utilizza anche il rossetto rosso. Io ho preferito applicare un rossetto neutro sui toni del marrone ed, infine, il burrocacao.

jennifer ariana 4

jennifer ariana 11

jennifer ariana 10

Quarto passaggio –  step 4

CAPELLI: Pettinate bene i capelli e create una mezza coda. Prendete una ciocca dei capelli appartenente alla mezza coda e attorcigliatela intorno all’elastico, fermatela poi con un ferretto.

jennifer ariana 13

jennifer ariana 14

 jennifer ariana 15

jennifer ariana 16

jennifer ariana 17

jennifer ariana 18

jennifer ariana 20

jennifer ariana 21

Quinto passaggio – step 5

Fissate il make-up con l’apposito spray. Se volete, potete fare anche a meno di questo passaggio

jennifer ariana 237

jennifer ariana 24

Sesto ed ultimo passaggio – step 6

Per completare il look, potete ridefinire le vostre sopracciglia con una matita ed, infine, aggiungere un paio di orecchini argentati.

jennifer ariana 22

jennifer ariana 25

jennifer ariana fine

CARE AMICHE, ABBIAMO COMPLETATO IL NOSTRO MAKE-UP ISPIRATO ALLA BELLA E SPRIZZANTE CANTANTE ARIANA GRANDE.

Come sempre, vi mando un grande bacio e vi ricordo che, per ogni info, potete scrivermi nei commenti!

La Jenny :*

RECENSIONE LIBRO ” IL FATTORE SCARPETTA”: PATRICIA CORNWELL, CHE DELUSIONE!

IL FATTORE SCARPETTA

jennifer recensione ifs2

il fattore scarpettaCari amici ed amiche,

era da un po’ che avevo perso quella voglia di addentrarsi in un nuovo mondo e provare quelle emozioni che solo la lettura di un libro può darti. Lo so , da appassionata della scrittura, è un totale paradosso!

Così, un giorno non molto lontano da oggi, decisi di dare una seconda possibilità ad uno dei miei libri accantonati nella mia piccola libreria.

Dopo averci pensato un po’ sù, scelsi ” Il fattore Scarpetta” di Patricia Cornwell.

Siccome mi piacciono molto i film gialli e questo libro fa parte proprio di questo genere, pensavo che mi avrebbe ridato quell’entusiasmo ormai perso… Invece…. L’entusiasmo l’ho ritrovato, ma non di certo grazie a “Il fattore Scarpetta”. Comunque… Adesso vi farò una breve recensione oggettiva di questo libro!

COPERTINA:

In copertina, prevalentemente di colore azzurro,  appare l’immagine di un occhio femminile e delle macchie di sangue rosso. In alto, il nome dell’autrice, mentre più in basso il titolo ed, infine, la scritta ” IL PASSATO RITORNA. L’INCUBO RICOMINCIA.”

TRAMA ( NON SCRITTA DA ME, MA CONTENUTA NEL LIBRO) :

E’ la settimana prima di Natale e Kay Scarpetta sta prestando servizio volontario presso l’Istituto di medicina legale di New York, dove le viene chiesto di esaminare il cadavere di una ventiseienne, Toni Darien, ritrovato poco prima dell’alba a Central Park. La causa del decesso sembra banale ma, quando si tratta di stabilire l’ora precisa della morte, l’ipotesi di Kay pare incompatibile con gli elementi emersi dalle indagini. Inevitabilmente l’omicidio viene messo in relazione con la recente sparizione di Hannah Starr, bellissima multimilionaria svanita nel nulla. Tutto ciò rischia di innescare una psicosi collettiva, amplificata dall’apparizione di Kay Scarpetta a una trasmissione di attualità della CNN, durante la quale riceve un’inquietante telefonata da un ex paziente del marito, lo psicologo forense Benton Wesley. La CNN, tra l’altro, le propone di condurre una trasmissione, ” Il fattore Scarpetta”, ma Kay teme di diventare lo stereotipo di se stessa, alimentando la fama del suo ” fattore speciale”: l’abilità di risolvere qualunque caso. Quella sera stessa, tornata a casa, riceve un pacco sospetto, forse una bomba. Qualcuno sta cercando di ucciderla. Una minaccia che ha origine nel suo passato e in quello delle due persone che le sono più vicine: il marito e la nipote Lucy. La sua vicenda personale finisce inevitabilmente con l’intrecciarsi alle indagini condotte dall’investigatore Pete Marino e dal sostituto procuratore Jaime Berger sull’omicidio di Toni Darien e la sparizione di Hannah Starr, che pare avere avuto legami ambigui e misteriosi con Lucy. Il ” fattore Scarpetta” riunisce tutti i personaggi più amati da Patricia Cornwell in una New York imbiancata dalla neve, ancora pesantemente segnata dalla tragedia dell’11 settembre e scossa sia dalla crisi economica sia dalle pesanti speculazioni finanziarie. Un complicatissimo caso di omicidio, un nuovo agghiacciante capitolo nella vita di Kay Scarpetta in cui l’autrice dimostra, ancora una volta, la sua straordinaria abilità a intrattenere e affascinare il lettore.

IL MIO COMMENTO PERSONALE:

Cari amici ed amiche,

non so voi, ma io sono del parere che un libro non debba essere soltanto il contenuto di parole che, una volta lette, si dimenticano. Diamine, per contenere le cose, ci sono i cassetti, non i romanzi! Un romanzo ti deve rubare l’anima, il cuore, deve lasciarti una morale, un insegnamento, insomma, deve arricchirti di qualcosa, qualsiasi cosa, ma di qualcosa deve riempirti ed a me, questo libro, non mi ha lasciato nulla di nulla: il vuoto totale.

Inoltre, scrivendo la trama contenuta nel libro, mi sono resa conto che è migliore del libro stesso e che, una volta letta questa, di leggere il libro non c’è proprio bisogno!

Il libro non contiene climax, non ha un finale a sorpresa, contiene termini molto difficili, non ci sono colpi di scena nè chissà quali grandi intrighi. L’unico capitolo più interessante è quando Kay Scarpetta trova il presunto pacco bomba.

Io credevo che da quel momento in poi il libro sarebbe diventato intrigante, invece così non è stato.

Al posto dell’autrice, personalmente mi sarei concentrata maggiormente sulla morte di Toni Darien.

Ho letto altre recensioni su questo libro e molte, se non la maggior parte, sono negative. Io non ho letto gli altri libri della Cornwell, ma ho letto anche recensioni di appassionati dei libri precedenti dell’autrice che ammettono di essere rimasti davvero delusi.

Se dovessi dare un consiglio a Patricia Cornwell le direi di mettere più sentimenti e meno termini tecnici.

Un libro deve prenderti a tal punto da non accorgerti di essere arrivata all’ultimo capitolo.

Io non vedevo l’ora di arrivare all’ultimo capitolo di questo libro, sì, ma perché non ne potevo più!

CONSIGLIO QUESTO LIBRO?

Assolutamente NO.

Do a ” Il fattore Scarpetta” 1 stella su 5.

Ricordando a tutti che, comunque, sono sempre del parere che ogni scrittore ci mette tutta l’anima ed il cuore quando scrive. Forse Patricia era solo un po’ stanca quando ha scritto questo libro? Chi lo sa.

Viva sempre i libri, amici!

E VOI, AMICI, QUALE LIBRO STATE LEGGENDO?

Fatemelo sapere nei commenti. Vi mando un grande bacio.

La Jenny :*