OGGI…. RESTAURIAMO INSIEME!

Ciao carissime amiche ed amici del blog e non!

L’estate è giunta al termine! Spero che le vostre vacanze siano andate bene e che vi siate divertiti!

Oggi, l’articolo che vi scrivo è dedicato alla “ristrutturazione”! 😀

Vi mostro, infatti, come fare a ridipingere un vecchio tavolino ed un porta-giornali.

BUONA LETTURA A TUTTI/e! ♥

ACCESSORI:

Gli accessori che ci servono sono davvero pochi, ci bastano infatti:

  • pennello da pittura
  • pittura
  • detergente smacchiatore
  • cera Vintage Paint
  • carta da giornale

PROCEDURA:

PRIMO PASSO

Dopo aver sistemato della carta da giornale sul piano su cui andremo a lavorare, puliamo l’oggetto da “ristrutturare” con un detergente smacchiatore. Quello da me utilizzato è questo dell’Almawin.

 

ristrutturiamo insieme detergente

Questo detergente con oli essenziali di arancia e limone  è davvero ottimo, infatti è dermatologicamente testato ed adatto a risolvere i casi più difficili, come, ad esempio, il grasso in cucina, nel forno, tutti i grassi e le macchie dell’auto, cera e silicone, adesivi, vernici ad olio e smalti, macchie di catrame, escrementi di uccelli sulle auto, inchiostro e penne a sfera, smalto per unghie, ecc… Ed, inoltre, è applicabile su: metalli, vetro, alluminio, pvc, barche, poliestere, abiti, mobili rivestiti ed altri tessuti. Per quanto riguarda l’utilizzo è davvero semplice. Si può utilizzare concentrato oppure diluito a seconda dello sporco che si vuole eliminare. E’ comunque preferibile fare un test di  compatibilità sulle superfici da trattare. Ragazze, il costo di questo prodotto si aggira intorno ai 12,00 euro e su internet è davvero molto reperibile. Unico aspetto che può risultare negativo è l’odore davvero molto forte, ma è una caratteristica comune ai detergenti smacchiatori.

SECONDO PASSO:

Adesso, non ci resta che iniziare a pitturare.

ristrutturiamo insieme pittura

Il mio consiglio è quello di utilizzare questa pittura, specie se si vuole ottenere un risultato shabby chic, che ultimamente va davvero di moda ed, inoltre, è davvero molto molto carino! *_*

La vintage paint è un’ottimo prodotto perché è facilissima da usare. E’ molto coprente e di facile stesura. Ve lo assicuro, stenderla è un gioco da ragazzi! 😀

Inoltre, è pronta all’uso perché non ha bisogno di alcuna diluizione, ad eccezione se si vuole ottenere un effetto particolare! In quel caso, si può diluirla a piacere con acqua oppure se si vuole una pittura più densa si può lasciare il contenitore aperto con la quantità di pittura che ci serve. In questo modo, il giorno dopo la pittura risulterà più densa. Unica cosa importante da ricordare è quella di mescolare molto bene il contenuto prima di utilizzarla!

ristrutturiamo insieme 3

Dopo aver fatto una passata, non ci resta che far asciugare la Vintage Paint almeno 30 minuti ( o anche un paio di orette, potete regolarvi voi in base alle vostre esigenze, l’importante è che non si passi la seconda mano prima della mezzo’oretta) e poi si può passare la seconda mano.

TERZO PASSAGGIO:

Per concludere il nostro lavoro non ci resta che proteggere il nostro mobile. Possiamo usare la cera ( è quella più consigliata), una vernice protettiva extra opaca oppure un primer. Per la pulizia dei  pennelli ed altri accessori basta insaponare e sciacquare con acqua tiepida e vi assicuro che tutto torna come nuovo! 😀

Amiche, potete trovare la vintage paint, la cera e gli accessori di cui avete bisogno su questo sito comodo, economico ed italiano:

MOBILI PER PASSIONE

ET VOILA’, ECCO IL RISULTATO FINALE!

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

Spero che l’articolo sia stato di vostro gradimento e che vi sia utile nel caso vogliate anche voi rinnovare un mobile! Io vi mando tanti tanti bacetti! Alla prossimaaa! ♥ ♥

La Jenny :*

Annunci

COME PULIRE LE SCARPE BIANCHE: METODO CASALINGO

scarpe bianche sporche

Ciao a tutti amici ed amiche,

se vi siete imbattuti in questo articolo, significa che, molto probabilmente, state rimpiangendo il giorno in cui avete comprato quel bellissimo paio di scarpe sportive di colore bianco che, ormai, ahimè, di bianco non hanno quasi più nulla!

Ma non rimpiangete niente, amici, perché oggi vi spiegherò un metodo davvero easy ( facile, per intenderci, ma scriverlo in inglese faceva più figo!) ed economico per far tornare a splendere le vostre scarpe!

OCCORRENTI:

Un bicchiere di plastica

Un batuffolo di cotone (oppure uno spazzolino vecchio)

Un panno

Latte

PROCEDIMENTO

  1. Riempi un bicchiere di plastica con del latte ( ovviamente non fa differenza che tipo di latte sia, scremato, intero, la scarpa digerisce tutto!:P).
  2. Imbevi il batuffolo di cotone o uno spazzolino  nel bicchiere di plastica con il latte
  3. Passalo sulle parti sporche della scarpa che desideri pulire
  4. Una volta soddisfatta del risultato, asciuga la scarpa con un panno.
  5. Et voilà, le tue scarpe bianche sono tornate a splendere!

ATTENZIONE! Questo metodo non funziona, ovviamente, con le scarpe in tela, ma solo con quelle in cuoio!Ad esempio, sulle converse, potete utilizzare questo metodo per pulire la punta e le altre parti che non sono in tela!

Amici ed amiche, spero che questo piccolo e semplice articolo sia stato di vostro gradimento.

Come sempre, vi mando un grandissimo bacio!

La Jenny :*

TUTORIAL: OGGI VI SPIEGO COME FARE A REALIZZARE…

Ciao care amiche,

oggi nessuna recensione e nessun tag!

In questo martedì cercherò di spiegarvi come fare a realizzare la cosiddetta treccia a “spina di pesce”, detta anche “spiga di grano” o “fishtail”.

fishtail

Alle maggior parte di noi donne, si sa, non piace molto portare i capelli raccolti, ma questo tipo di treccia ci permette di farlo in maniera un po’ più fashion e chic.

Ragazze, donne, amiche, vi avviso, se non avete i capelli lunghi, questa pettinatura non è adatta alla vostra chioma.

La treccia a “spina di pesce” risulta molto facile da realizzare,infatti, per chi ha i capelli lunghi.

All’inizio, molto probabilmente, fare questa treccia vi sembrerà un’impresa, ma, ve lo assicuro, una volta capito il meccanismo è perfino più facile della classica treccia!

Insomma, è più difficile dire come realizzarla che farla!

Allora girls,

Capelli alle mani, ehm… scusate, mani ai capelli e iniziamo a creare questa bella acconciatura!

Ci sono due modi diversi di “indossare” questa treccia: bassa e disordinata oppure alta. Il primo modo che vi spiegherò è quello che vedete nella foto in cui appare la bellissima Blake Lively.

blake lively

blake-lively-treccia-spina-di-pesce

INIZIAMO!

PRIMO TUTORIAL ( TRECCIA A “SPINA DI PESCE” ALTA, ALLA BLAKE LIVELY)

OCCORRENTI:

Una spazzola

Due elastici neri

Qualche forcina

Lacca

  1. Pettina bene i capelli in modo che non ci siano nodi.
  2. Con un elastico nero ( o anche decorato, a tuo piacimento) fissa una bella coda alta.
  3. Dividi i capelli in due sezioni.
  4. Prendi una ciocca piccola di capelli dall’estremità esteriore della sezione a destra e portala all’interno di quella sinistra.
  5. Ora puoi lasciare questa ciocca e prendere una piccola ciocca dall’estremità della sezione sinistra e portarla all’interno di quella a destra.
  6. Continua così fino a quando non sarai arrivata alla fine dei tuoi capelli.
  7. Chiudi il tutto con un elastico piccolo nero.
  8. Fissa le forcine dove ritieni che ce ne sia bisogno.
  9. Spruzza un bel po’ di lacca sull’acconciatura.

Et voilà, il gioco è fatto!

SECONDO TUTORIAL ( TRECCIA A “SPINA DI PESCE” BASSA E DISORDINATA, ALLA RENEE BARGH)

renee-bargh-treccia-spina-di-pesce

OCCORRENTI:

Due elastici neri ( Uno di questi due andrà tagliato, quindi non usate il vostro preferito :P)

Una spazzola ( o pettine, come preferite)

Lacca

Procedimento

  1. Pettinate bene i capelli in modo che non presentino più nodi.
  2. Portate i capelli dal lato in cui volete realizzare la treccia.
  3. Racchiudeteli nell’elastico nero che andrà poi tagliato.
  4. Dividete i capelli in due sezioni.
  5. Prendete una piccola ciocca dall’esterno della sezione a destra e portatela all’interno di quella sinistra.
  6. Lasciate questa ciocca sempre tenendo ben divise le due sezioni e fate così prendendo ora una piccola ciocca dall’esterno della sezione a sinistra portandola all’interno di quella a destra e così via fino ad arrivare alla fine dei vostri capelli.
  7. Fissate la treccia con un elastico piccolo nero.
  8. Potete allargare la treccia con le mani se preferite un effetto più disordinato, altrimenti lasciatela così e date una spruzzata di lacca.

Ragazze, se avete ancora dubbi su questo tutorial, scrivetemelo nei commenti!

Come sempre, vi mando un grande bacione!:)

La Jenny